venerdì 3 giugno 2016

RIALLINEAMENTO GENERAZIONALE: è sempre colpa tua? Ma anche no.

TRA MEMORIE CELLULARI, IPNOSI,DEFUSIONE EMOZIONALE E LEGAMI FAMIGLIARI: ALLA FONTE DEL DISAGIO

Quante volte nella vita di tutti i giorni ti senti incapace per motivi che non sono direttamente riconducibili a te? Il "è colpa tua se" può metterti nella pressione, con la sensazione di non essere in grado di uscire da una situazione e, che sia vero o no, questo è quello che conta per te!

Ogni singola cellula ha una sua memoria autonoma

Era circa il 1986 quando lessi per la prima volta Dianetics di Ron Hubbard  (vorrei che tutti leggessero al di fuori di quanto è nato con Scientology). Una pietra miliare del concetto relativo alla memoria cellulare nel campo olistico, secondo il quale ogni singola cellula del nostro corpo ha una memoria autonoma.
Non so perchè ricordo esattamente l'anno.
In questo periodo un percorso di idea e pratica, mi ha riportato ad: Hamer, Gurdjeff, Nardone, la PNL, le Costellazioni Famigliari, l'Ipnosi nelle sue forme e e mettiamoci pure Psicocibernetica di Maxwell. Non tralascerei altri mostri sacri come Bruce Lipton e Gregg Braden, oltre ad altre pratiche che ormai definire alchemiche, al giorno d'oggi, è alla portata di tutti.



Detto ciò, e nata l'idea di un processo che sia non tanto e solo di consapevolezza, ma di effettiva ristrutturazione emozionale generazionale, a più livelli e più profondamente possibile, in modo immediato e possibilmente one shoot, per ogni problema della persona: IL RIALLINEAMENTO GENERAZIONALE.



ELIMINA EMOZIONI DEVASTANTI, BLOCCHI DI 
VECCHI INSEGNAMENTI E RICORDI CHE TI 
TOLGONO ENERGIARIPARTI ALLA GRANDE!


L'idea deriva da un presupposto, scientificamente provato, che quando viviamo un evento stressante o  traumatico, il nostro organismo fissa la memoria emozionale dell'evento e la àncora a tutto ciò che è presente in quel momento. Succede quindi che, se nell'ambiente si ripresentano le stesse condizioni, o una parte preponderante, corpo e mente entrano in stato di allerta per prepararsi a reagire al possibile pericolo. A volte il nostro comportamento è legato ad una situazione famigliare e non, del passato, dove, malgrado l'immenso amore, sono accaduti eventi ai quali noi ci siamo adeguati per non dire sacrificati, ma abbiamo attribuito ad altri la responsabilità, o vi era una oggettiva "responsabilità di altri. La fissazione reattiva che abbiamo creato in quel preciso istante, quindi adeguata al momento

e che si è cristallizzata nel tempo, può creare nella vita un qualsiasi disagio o blocco,spesso inconscio, che impedisce di relazionarci in modo funzionale con l'esterno nel futuro.

E' come si creasse un Ego reattivo di difesa che ci fornisce una risposta disfunzionale che si perpetua nel tempo! Varie sono le definizioni: memorie cellulari in ambito medico olistico, àncore nella PNL (con la quale si impara il metodo per eliminarle), engrammi negli studi di Ron Hubbard, binari nella Nuova Medicina di Hamer, ecc., ma, e questa è la buona notizia, possiamo pulire i nostri schemi emozionali pressoché totalmente inconsci, non solo nell'attuale vita, ma con il RIALLINEAMENTO GENERAZIONALE fino alla fonte in cui si è creato il problema tramandato di generazione in generazione a noi.

La metodologia ipnotica del RIALLINEAMENTO GENERAZIONALE, prende soprattutto dalla teoria, comprovata nella pratica di Ron Hubbard e dalle Costellazioni Famigliari, ma senza essere nè una nè l'altra. Infatti, nessuna delle due utilizzano l'ipnosi, nelle sue forme canoniche, per la soluzione, mentre nelle costellazioni c'è un lavoro di ricostruzione generazionale, a volte anche scritto, e di rappresentazione (tipo quella teatrale per chi non conosce le Costellazioni), che nel RIALLINEAMENTO GENERAZIONALE è semplificato.

Ritornando a Ron Hubbard, in "La Forza del Pensiero sul Corpo", L. Ron Hubbard scrive: “Si è scoperto che la fonte dell’aberrazione è una sotto-mente finora insospettata che, con tutte le proprie registrazioni, giace al di sotto di ciò che l’Uomo considera la sua mente ‘conscia’.


Il concetto della mente inconscia viene sostituito
 dalla scoperta che: la mente ‘inconscia’
è la sola mente che è sempre 'conscia'.

Questa sotto-mente viene chiamata mente reattiva”. E fin qua niente di nuovo, se non per tutti, per molti. La cosa interessante è la specifica di questo meccanismo: la mente reattiva immagazzina ricordi in modo diverso da come noi li conosciamo. Sappiamo infatti che i ricordi sono delebili e mutano anche nel tempo ed inoltre sono molto collegati alle emozioni. In Ipnosi molti reduci del Vietnam hanno ricostruito precisamente certi eventi che sono risultati diversi da come li ricordavano inizialmente. Quindi pare che ci sia come una specie di "buco nero" che contiene immagini mentali di tipo particolare, chiamate engram in Dianetics. Gli engram sono una completa registrazione, fin nei minimi dettagli, di ogni percezione presente in un momento di “incoscienza” totale o parziale. Volendo si potrebbe anche recuperare la visione di Bruce Lipton delle memorie cellulari, ma lascio questo argomento ad un altro articolo.

“L’incoscienza” potrebbe essere causata dallo shock di un incidente, dalla somministrazione di anestetici per un’operazione chirurgica, dal dolore provocato da una ferita o dal delirio generato da una malattia. Durante i momenti in cui la mente analitica è disinserita, completamente o in parte, la mente reattiva si inserisce, completamente o in parte. Un engram esiste al di sotto del livello di consapevolezza dell’individuo, ma può attivarsi imponendo il suo contenuto e può causando paure, emozioni, dolori e malattie psicosomatiche inaspettate, indesiderate e di cui non si è consapevoli.
Ho osservato come nelle regressioni, andando al momento cruciale in cui il soggetto ha creato la sua difesa disfunzionale cercandone le origini queste risalgono, al 95% dei casi, al momento del rapporto genitoriale o prenatale.

Nella procedura in Dianetics, l’individuo racconta un episodio di “incoscienza” da l’inizio alla fine fino a quando l’engram è ridotto. In ipnosi si ottiene un effetto anche più profondo: andando a rivivere in modo diverso l'evento originario cambiando le sensazioni e mutandone il significato, cambia quello della nostra vita, da dopo l'evento al qui ed ora e nel futuro. L'evento rimane, ma acquisisce significati diversi e a cascata tutto ciò che segue.
Per fare un esempio, solitamente ci vien da dire: "ah, se non ci fosse capitato che ....", è vero o no?
In effetti è più difficile che si arrivi a pensare: "e se ciò che mi è capitato avesse un significato diverso da quello attribuito inizialmente? E se lo avessi vissuto diversamente e con altre sensazioni? 
Questa procedura a livello logico/razionale ed analitico, risulta essere lunga e forse non completamene possibile, mentre in stato ipnotico fattibile.
L’individuo diventa così libero dagli effetti aberranti dell’episodio e può sperimentare enorme sollievo e un aumento del tono emozionale.

Partendo dalla rilevazione che in regressione, la maggior parte delle volte, le persone si trovano a cercare la causa del loro disagio nell'età infantile, anche prima dei 3 anni,oppure in momenti prenatali.

Spesso la tua vita viene condizionata da destini e sentimenti
che non sono stati veramente tuoi, non  imputabili a te,
o a volte, vivi disagi la cui causa è dovuta ad altri.

Anche malattie gravi, desiderio di morte, problemi sul lavoro possono essere dovuti a grovigli sistemici familiari (o comunque sistemici), ed ecco  il perché delle costellazioni famigliari.
Sembra che continui ad agire dentro di noi una struttura arcaica, cieca e inconscia, preposta alla coesione e all'appartenenza nel sistema familiare, ovvero alle dinamiche comunicative e comportamentali di tale sistema.

La tecnica dichiara di basarsi su teorie e prassi psicologiche, a partire dalla psicoanalisi, riprendendo poi molti aspetti dalla psicoterapia della Gestalt, dalla psicoterapia sistemico familiare, dall'ipnosi eriksoniana, e dallo psicodramma di Moreno.

Bert Hellinger a partire dal 1980 espose le basi delle sue linee teoretiche e metodologiche in merito alle costellazioni familiari e sistemiche. Poco dopo, in Francia Anne Schützenberger mise a punto una tecnica che si potrebbe definire sorella delle costellazioni familiari, chiamata "Sindrome degli Antenati". Qualche anno più tardi nel '90, due sorelle psicoterapeute del Mental Research Institute di Palo Alto, Doris e Lise Langlois, misero a punto un'altra tecnica simile, dandole il nome di "psicogenealogia".

Le Costellazioni Familiari, messe a punto da Bert Hellinger consentono di scoprire, portare alla luce e sciogliere "irretimenti" familiari che si trasmettono di generazione in generazione e che sono causa di malattie e disturbi psichici e fisici. 

Per cogliere appieno il significato di questo approccio è importante assumere una prospettiva sistemica.

In un sistema il singolo non è importante di per sé,
ma in funzione di qualcosa di più grande, il sistema appunto.

Esistono tanti sistemi, quello che ci viene in mente subito è l'ecosistema, di cui si parla molto, c'è anche un sistema azienda, un sistema famiglia e così via.

E' abbastanza logico pensare che da alcuni sistemi si possa uscire ed entrare in modo abbastanza semplice: un club, una associazione, cambiare scuola. In altri, tipo una famiglia, una azienda, il legame che si crea può portare il soggetto a sacrificare inconsciamente se stesso, per il bene del sistema stesso, ovvero per l'equilibrio di quest'ultimo. E volutamente ripeto inconsciamente, ovvero non sapendo di farsi un male, forse superiore al beneficio totale.

Questo concetto rappresenta un valido contribuo al RIALLINEAMENTO GENERAZIONALE per affrontare varie problematiche, siano esse relazionali, professionali o legate a malattie.

I bambini sono i più colpiti (quindi tutti, quando siamo stati bambini), essi non si possono difendere; nei sistemi familiari i bambini sono quelli che amano di più: pur di mantenere l'appartenenza e la coesione del nucleo, sono pronti a sacrificare tutto, compresa la vita. Spesso si ritrovano immischiati in una situazione di arroganza e superiorità, lo fanno per amore quando cercano di riappacificare i genitori o sostituirsi ad uno di loro. Spesso credendo di far bene si mettono dalla parte di uno dei genitori o addirittura svolgono il ruolo di amici e confidenti. Poi ci portiamo da adulti questo imprinting che possiamo anche trasferire via via a seguire nella discendenza famigliare creando involontariamente comportamenti disfunzionali in certe aree o contesti della nostra vita
Facendo riferimento al concetto di retroazione sviluppato dalla teoria della cibernetica, si può affermare che, all’interno di un qualsiasi sistema interpersonale (come una coppia, una famiglia, un gruppo di lavoro, altro), ogni persona influenza le altre con il proprio comportamento ed è parimenti influenzata dal comportamento altrui. La stabilità e il cambiamento inerenti al sistema sono determinati da tali circuiti di retroazione.

Ciò che accade durante una rappresentazione è stato spiegato rifacendosi a teorie note ma, come per qualsiasi teoria, non accettate all'unanimità: la teoria dei campi morfogenetici di Rupert Sheldrake, le dichiarazioni di Masaru Emoto sulla "memoria delle acque", i diversi stati di coscienza cui fa riferimento l'ipnosi eriksoniana, e altro.

ELIMINA BLOCCHI DI  VECCHI INSEGNAMENTI,
MONITI, RICORDI, OBBLIGHI E DOVERI
PASSATI ED OGGI NON PIU' UTILI ALLA TUA VITA!
RIPARTI  ALLA GRANDE!


Nel RIALLINEAMENTO GENERAZIONALE, si agisce in una seduta singola eventualmente preceduta da alcune ore di gruppo per accelerare il processo e si può arrivare anche alla 5a o più generazione precedente se necessario. Non viene stabilito un procedimento se non quello del metodo del "no model approach" ovvero, del lavorare su quanto emerge. La sanificazione generazionale porta quindi ad un diverso approccio nel quotidiano e nei diversi sistemi in cui è inserito il soggetto, non solo per consapevolezza cosciente, ma per il PROFONDO RIALLINEAMENTO che si ricrea e, a volte, si hanno risultati eclatanti in situazioni che inizialmente non erano per nulla legate al lavoro che si è eseguito. 

Alfredo Molgora
LIFEHEALING&PROFESSIONAL IPNO COACH
EMOTIONAL MANAGER - COUNSELOR -

CLICCA QUI

Share is a good option