mercoledì 27 aprile 2016

60 secondi per ipnotizzare? Puoi farlo pure tu.

La sfida: come ipnotizzare qualcuno in meno di 60 secondi

Un minuto è veramente poco, ma sufficiente anche per un'"ipnosi verbale"che può portare notevoli benefici al soggetto. Esistono anche metodi più veloci. Tuttavia consideriamo questi metodi strettamente dimostrativi. In caso di seduta l'operatore ne potrà usare qualcuno in caso lo ritenga necessario, ad esempio se gradisci sperimentare una trance immediata, ma sempre a sua discrezione.


Un minuto è veramente poco tempo e ti potrà sembrare strano che si possa essere ipnotizzati, anche dolcemente, in meno del tempo in cui solitamente aspetti un autubus. La sensazione che ne ricaverai è che non ti parrà sia iniziato il processo di ipnosi che esso è già finito.
Se segui le indicazioni potrai provare a farlo anche tu.
Ironia della sorte, impiegherai molto più tempo per leggere questo articolo che a provare una procedura ipnotica come questa. Potresti anche provare tu stesso in modo sincero e rispettoso dell'amico conoscente con il quale ti eserciterai e, anche se ci sono un sacco di fasi distinte, provando  ed accettando i primi insuccessi serenamente, una volta che avrai  imparato le necessarie fasi sarai in grado di ripetere l'intero processo. Va da se che se non sei un operatore professionale, è bene che tu sia sincero, giocoso e serio e ci sia la tua intenzione completamente benevola nei confronti della persona.


Possiamo dire che questo esempio rientra in un tipo di ipnosi "informale" e può servire anche per chi vuole essere ipnotizzato. Devi ben sapere che il processo ipnotico è soprattutto esperienziale per cui, provandolo come soggetto attivo ti può rendere più disponibile, sia al sottoporti a sedute professionali, sia a scambiare con tuoi conoscenti.
Ma cosa si deve fare?
Ci sono 10 punti, anche se alcune di questi sono frasi molto brevi. Il tutto inizia con l'intenzione. 
Ecco una lista dei 10 punti, con una spiegazione del loro significato in modo da sapere esattamente come ipnotizzare qualcuno in 60 secondi!
1. - Contatto - Permesso
Con solo 60 secondi non puoi distrarti: devi sapere bene quali sono i passaggi necessari ed essere tranquillo e sereno nel metterli in atto con una "presenza" positiva ed energica, ma bada bene, non aggressiva. (vd 9 Falsi miti dell'ipnosi)


La prima cosa da fare è prendere contatto in modo naturale con il soggetto, ottenendone il consenso. Beh in questo caso non abbiamo bisogno di un consenso informato scritto e sarà sufficiente chiederlo in modo "fermo e gentile" per poi toccarli sul braccio o sulla spalla. 
Questo è il primo punto che fa entrare nel mondo "possibilistico" ipnotico per cui: se si ottiene un consenso al procedimento, è anche più credibile pensare che il soggetto sia più predisposto a continuare nell'induzione.

Riassumendo  i primi passi del viaggio sono: Intenzione - Permesso - Contatto
Wow! Siamo solo alla fase 1, e ci sono già 3 cose da ricordare. Ma non preoccuparti: ti ritroverai a fare queste 3 cose contemporaneamente. E una volta che si diventa abili con la tecnica lo farai quasi istantaneamente. Ecco un esempio di come potrebbe essere questa prima fase:


OPERATORE

"Di tanto in tanto potrà essere che ti tocchi sul braccio o sulla spalla. E' ok per te se lo faccio?"
Questo è tutto. Hai chiesto il permesso di entrare in contatto. Basta fare in modo di portare il vostro soggetto a confermare con un consenso esplicito e tutto il resto dovrebbe fluire senza intoppi.
2. indurre la trance
Il secondo passo è dove si indurre rapidamente la trance. Non c'è bisogno di dilungarsi, basta usare le parole chiare e precise per raggiungere lo scopo. E 'davvero il passo più semplice, e a seguire vi fornisco un esempio prima della spiegazione.



"Chiudi gli occhi mentre respiri ed entra (permettiti di entrare) in ipnosi."
Si noterà che questo è una forma di istruzione. Non stai chiedendo loro di entrare in ipnosi, glielo stai dicendo. La forma verbale nella parentesi è più gentile e possibilistica della prima. Te la cito affinché tu possa provare l'una o l'altra e capire con quale riesci meglio. Possiamo supporre che se ti hanno dato il permesso di toccarli, hanno intenzione di continuare a fare quello che dici (vedi YesSet).
Si noti l'uso della parola "e" nella frase. E' una di quelle parole di persuasione e di ponte, che collega due cose insieme che potrebbero non necessariamente essere legate l'una all'altra. In altre parole, non c'è alcun motivo per cui chiudere gli occhi mentre respiri, dovrebbe farti andare in ipnosi: non è automatico. In questo modo, però, la mente inconscia riceve il messaggio e lo esegue.
3. Approfondire il Trance
A questo punto il soggetto dovrebbe essere sulla buona strada per la trance ed è il punto in cui è bene approfondire la trance. Infatti più aiutiamo il soggetto a rilassarsi in trance ipnotica, più è facile bypassare la mente coscia e arrivare alla inconscio (o quanto meno per i tecnici al subconscio o preinconscio). E' fase importante per mettere il soggetto in grado di affrontare qualunque problema e di resistenza e permetterti di procedere in discesa. 
Il soggetto è come se entrasse in sé stesso
Il vostro obiettivo è quello di incoraggiarlo a staccare la spina, lasciare andare la mente logica e far si che accada il processo ipnotico. Uno dei modi per farlo può essere il seguente:
"Ora, sto per contare alla rovescia da 10 a 1, ed a ogni numero andrai in trance (ti porterò) il doppio del numero precedente. 10 ... 2 volte più in trance. 9 ... due volte più profondamente rilassato. 8 ... 7 ... 6.... "

Ci possono essere due opzioni: iniziare da 5 e/o aggiungere di immaginare una scala a scendere. Direi che l'importante è iniziare più lentamente con i primi numeri. Quando si percepisce che il soggetto si sta lasciando andare, i numeri seguenti fino allo zero, possono essere detti anche più velocemente.
I passaggi 4/5/6 sono ulteriori passi che possono essere ripetuti più volte a secondo dei soggetti e non cambiano la procedura di base. Sono come dei booster della situazione di trance che aumentano in modo considerevole il rilascio mentale e quindi, la predisposizione da parte del soggetto a ricevere poi induzioni (consigli) che risultano ben accetti.
4. suoni del contesto
Si tratta di una tappa importante nel processo, in particolare modo se capita di eseguire l'ipnosi all'aperto, per un evento, o in qualsiasi momento quando c'è rumore di fondo. Il disturbo potrebbe essere qualsiasi cosa: da un orologio ad un motore, un chiacchericcio o rumori in una stanza vicina e qualsiasi altra cosa. Quello che segue va sempre bene, indipendentemente dal rumore.
L'obiettivo è duplice: usare qualsiasi suono in un ambiente a vostro vantaggio e focalizzare il soggetto sulla tua voce Non si può lavorare con qualcuno che è distratto perciò, la vostra prima attenzione è quella di assicurarsi che qualsiasi rumore di fondo non sia un problema. Si può fare così:
"Ora, i suoni intorno, ti aiutano nell'andare più naturalmente (spontaneamente) in una profonda trance, via via sempre più"
Si sta istruendo la mente subconscia di ignorare qualsiasi rumore di fondo o/e utilizzarlo come strumento di trance. Notate gli aggettivi "naturalmente" o, "spontaneamente", che rafforzano il procedimento con una idea tipo: "è così perchè lo voglio, è naturale. La seconda parte viene utilizzata per indirizzare la focalizzazione dove è più necessario:
"... E ti consentono di mettere a fuoco la mia voce."
Noterete l'uso della parola "e" per collegare due cose insieme che, non necessariamente, lo sarebbero. Questa ultima parte dice al soggetto che la cosa più importante è il suono della tua voce e non importa cosa potrebbe capitare di sentire. Si può rafforza nel punto seguente, questo stato di focalizzazione ipnotica.
5. La mia Voce
In questa fase del processo si sta costruendo lo stato, arrivato al quale, è possibile fornire suggerimenti per il cambiamento. Dal momento che le tue parole sono tutto quello che usi (in questo tipo di ipnosi), è fondamentale che il soggetto ascolti tutto quello che dici.
Questo è importante perché, durante l'ipnosi è possibile per il soggetto uscire dal processo. Se ciò succede, non presterà alcuna attenzione e potrebbe non essere in grado di seguire le parole che dici.
Il tuo obiettivo è quello di dare un suggerimento in modo da continuare ad ascoltare la tua voce a prescindere da qualsiasi altra cosa. Ecco come fare:
"Ora, ...non so come, noti che la mia voce ti segue ovunque tu sia e ti  consente di ascoltare la mia voce, e il significato dentro le mie parole."
Il soggetto deve entrare in sintonia con la tua voce e tutto quello che tu dici. Notare il significato confuso e generico dell'affermazione (il significato dentro le mie parole) Ecco, questo è il motivo per cui la frase finale li istruisce a fare di più che semplicemente ascoltare. Ciò garantisce che essi saranno concentrati sulla tua voce e le tue parole.
E questo ci porta al punto 6
6. Sicurezza - Santuario
Ora, è necessario farli sentire al sicuro, fornendo una zona semplice di confort, sicurezza. Non e complicato e può essere la stessa sedia sulla quale sono seduti, o le gambe sulle quali sono in piedi, se effettuate il processo in posizione ortostatica.
Ciò è essenziale per due motivi. In primo luogo, li fa sentire sicuri Sanno che qualunque cosa accada saranno al sicuro con la sedia sotto di loro. In secondo luogo, questa sensazione di sicurezza dà loro la fiducia necessaria per esplorare l'esperienza ipnotica senza paura o apprensione. Come operatore, hai l'intento di dare un'esperienza positiva soggetto ricevente. Un senso di sicurezza confort consente al processo di svolgersi in modo costruttivo e disinibito.
Per fare ciò è sufficiente  dire:
"Senti la sedia sotto di te, e sai che sei al sicuro, mentre sono vicino a te"
"Le gambe ti reggono facilmente e sei al sicuro, mentre sono vicino a te"
L'ancoraggio fisico funziona in modo che sappiano che, qualunque cosa possano immaginare succeda, hanno sempre una base solida su cui contare.
7. Suggerimenti (induzioni)-
Questo è il punto cruciale di tutto il processo, l'utilità stessa per cui si inizia un processo ipnotico, anche se fatto per divertimento. A questo punto si posso proporre suggerimenti basati su ciò che il soggetto spera di realizzare. che si sono chiesto prima di iniziare il processo ipnotico. Ci sono troppe opzioni per citarle tutte in questo contesto, ma posso darvi qualcosa di utile in generale per tutti.
"Tu sai che sei vivo, il che significa che hai un effetto su questo mondo, e questo significa che stai imparando molto di più su di te e dell'ipnosi, perché l'ipnosi è un dono straordinario che si arriva a dare agli altri per migliorare la loro vita. e tu, stai migliorando la tua vita nel profondo"
RICHIEDI UNA CONSULENZA GRATUITA 
Mi raccomando! Siate empatici utilizzate un tono sicuro, caldo, piacevolmente deciso. Questo potrebbe già essere una potente suggestione da utilizzare anche per chi inizia come soggetto attivo, o con qualcuno che ha dubbi sulla effettiva utilità dell'ipnosi.
Anche in questo caso si noterà l'uso di ponti linguistici o parole di collegamento (come "e" e "perché") per collegare le frasi.
8. induzione post-ipnotica ben accetta
Una volta che il soggetto è in uno stato di trance, hai il potere di trasmettere incredibili e stupende sensazioni. Une è la capacità di dare una maggiore autostima ed una spinta veloce ed efficace per ciò che desideranoL'altra è l'idea di entrare in trance più velocemente e godere esperienza ipnotica in modo più completo.
Si fornisce un suggerimento alla mente inconscia del soggetto in modo che sarà più facile andare in trance in futuro: il soggetto sarà più felice, più veloce e più facilmente ipnotizzabile (anche in autoipnosi). E, naturalmente, questo significa che la loro esperienza sarà più profonda e significativa.
A questo punto il soggetto dovrebbe essere in un buon stato di trance, attento ad ogni tua parola, e tutto quello che devi fare è dire qualcosa tipo:
"Ora, ti trovi in ipnosi, il che significa che la prossima volta che scegli di andare in ipnosi, lo troverai più facile e piacevole che mai, con la possibilità sperimentare questo stato di relax profondo in modo ancora più completo, piacevole ed utile."
9. L'autostima
È possibile portare i soggetti più a contatto con se stessi, stimolando la loro autostima mentre sono in uno stato di trance. E' sorprendente come un ipnotizzatore può contribuire a rendere il mondo un posto migliore! Stare bene con se stessi porta a stare bene con gli altri e creare relazioni soddisfacenti! Ascolta, perché e possibile
Se durante tutto il processo si può aumentare l'auto-convinzione di qualcuno con poche parole, perché non farlo? Puoi dare un valore aggiunto anche ad una semplice dimostrazione e la persona potrà solo essertene grata.
Ma come possono le tue parole avere un effetto così esplosivo? La ragione è ovvia. In stato di trance si sta effettivamente comunicando con il soggetto a livello inconscio. Raccontare alla loro mente inconscia come possano essere persone sorprendenti e meravigliose crea un immagine interna vera, che sarà il motore del loro possibile cambiamento. Non c'è nessuna discussione o analisi, siamo oltre il livello del fattore critico e l'inconscio o subconscio, funziona diversamente dalla nostra parte logica mentale.
Ecco un esempio:
"Ora ti accorgi che sei una persona incredibile, le persone amano averti vicino e puoi rendere la tua vita e quella di tutti migliore semplicemente essendo te stesso. Sei un ottimo soggetto ipnotico, e puoi, già ora, guardare avanti e a tutti i cambiamenti positivi che hai già fatto nella tua vita e che potranno ripetersi in altre forme, quelle che ti servono. "
E' una coccola emozionale che lo incoraggia e lo motiva allo stesso tempo.
10. riemergere e conferma positiva -
Questo è il passo finale del processo in cui si porta il soggetto fuori di trance e di nuovo alla coscienza normale.
L'obiettivo in questo caso è duplice: aiutare il soggetto ricevente in modo sicuro a tornare dalla trance ipnotica, e rafforzare l'esperienza Alcune persone si rifiutano di credere, o quanto meno, non vogliono ammettere l'ipnosi. Se fai notare loro quanto bene sono state in trance e che hanno fatto bene, dai loro la  conferma che in realtà erano sotto ipnosi. Aggiungerai in questa parte qualche induzione (suggerimento) per rendere il tutto più efficace.
Questo passaggio è l'opposto del passaggio 3 dove approfondivi la trance. Per aiutarli a riemergere dalla trance, si dovrebbe contare da 1 a 5. 
Ecco un esempio:
"Ora, inizierò a contare da 1 a 5, e quando raggiungo 5, si apriranno gli occhi, ti sentirai riposato, rilassato, e completamente nel tuo corpo ed attivo. 1 ... 2 ... 3 ... puoi sentire l'energia che scorre nuovamente dentro le braccia e le gambe. 4 ... diventi più presente nel tuo corpo, e 5 ... sei energico, rilassato completamente nel qui ed ora... fantastico. Buongiorno... come stai? Pausa e poi si può dire qualcosa tipo:  sei un ottimo soggetto ipnotico! "
E il gioco è fatto, siamo alla fine e a conti fatti nella pratica meno di una 60na di secondi. Prova!
Basta leggere i suggerimenti di esempio che troverete in ciascuna delle fasi e si otterrà un effetto che potrai migliorare con la pratica.

Vero è che la partecipazione ad alcuni dei miei corsi o a quelli che consiglio possono darti una maggiore sicurezza ed immediatamente. Fai solo attenzione, nel caso non avessi fatto alcun seminario, di utilizzare lo script che ti ho fornito con attenzione in quanto studiato per una "induzione ipnotica" facile e comunque rilassante e potenziante per il soggetto ricevente. La tecnica presentata non ha nessun scopo terapeutico. Pratica su persone che conosci nello stesso modo in cui si potrebbe provare un discorso.
Buon divertimento e mi raccomando: SEMPRE BENEVOLA ATTENZIONE ED INTENZIONE!


Alfredo Molgora
LIFEHEALING - PROFESSIONAL - IPNO COACH
PERSONAL TRAINER - COUNSELOR -

RICHIEDI UNA CONSULENZA GRATUITA 








Share is a good option