70A9A17EB1136864E40D6FB675D60572 2015 | Coach 4You Alfredo Molgora

OPTIONAL: L'AGGIORNAMENTO

No Limits Natascia Pane No Limits
Talenti senza limiti per realizzare la tua vita
Natascia Pane

Compralo su il Giardino dei Libri

lunedì 28 dicembre 2015

5a ED ULTIMA PUNTATA: L'ENNEAGRAMMA COMUNICAZIONALE E DELLA PERSONALITA'

MACRO GUIDA COMUNICARE E COMUNICARSI

L’ENNEAGRAMMA OVVERO:
 La conoscenza della propria personalità è un passo necessario per un equilibrato sviluppo dei nostri talenti: “LA GEOMETRIA DELL’ANIMA”


Immagina il comprenderTi e di capire profondamente l’altra persona, attrarre la sua attenzione e realizzare relazioni soddisfacenti in ogni settore. 
Immagina di avere la possibilità di intuire e sviluppare il proprio talento caratteriale e conoscere la via per il tuo sviluppo personale e profondo. Come ti sentiresti? BENE?

questo è conoscere l’Enneagramma: scarica ora il tuo Manuale Omaggio

COMPILA IL FORMAT PER IL TUO OMAGGIO (FINO AL 6 GENNAIO 2016)

L’uomo nel corso dei secoli ha sempre cercato un riferimento, un modo per capire il suo essere più profondo, la sua l’anima. Per comprendere meglio l’Enneagramma, è bene considerare che

venerdì 25 dicembre 2015

Tra Sacro Buddha e Profano Denaro

SACRO E PROFANO POSSONO ANDARE D'ACCORDO? COACHING PER LA RICCHEZZA

Se hai 10' prova a trovare quale #aforisma rispecchia maggiormente la tua idea, sensazione del denaro! A me piace quello che ho scritto nella foto ed un altro: Quello di Paperon De Paperoni :D !
Sono capitato in questa pagina di aforismi sul denaro alcuni giorni or sono. Interessante, potrei dire tutti con un significato.
Ve la riporto in completezza perchè penso che in periodo come questo, forse,  non è che non si pensi al denaro, ma se ne ha una percezione diversa.
Trova la tua e condividila!

#christmas #denaro #felicità #schiavitù #coaching #moraledeisoldi #SacroProfano Prendi 10' e trova  il tuo aforisma!
Posted by Coach & IpnoCoach Alfredo Molgora on Venerdì 25 dicembre 2015


Alfredo Molgora
LIFEHEALING - PROFESSIONAL - IPNO COACH
PERSONALTRAINER 

CLICCA PER SAPERNE DI PIU' 







BE SOCIABLE: SHARE ME!

martedì 22 dicembre 2015

Coaching e Metafore da: LAVIA del Tao

Non sempre le metafore, l'ambiguità e la cultura de LAVIA (Il TAO) sono digeribili per noi occidentali, a volte potentissime

#Tao #coachzen #coaching #artedelnonfare #Ipnosi #KissProgramFormazione #PNLE #zazen #aNatalenonmancamai...
Posted by Coach & IpnoCoach Alfredo Molgora on Lunedì 14 dicembre 2015

LaVia (ilTao): Ottenere la Vittoria senza ferire o con il minimo danno

Anche in guerra la filosofia Zen è molto diversa dalla nostra

#coach #Coaching #Ipnosi #uomorisoluto #TraLeParole#controllodelpotere #nondicocoseacaso#GuerrieroZen e se fossimo...
Posted by Coach & IpnoCoach Alfredo Molgora on Lunedì 21 dicembre 2015


martedì 15 dicembre 2015

Coaching e metafore da: LAVIA del Tao


#coachzen #coaching #immaginazione #progetto #Ipnosi #KissProgramFormazione #PNLENon sempre le metafore, l'ambiguità e...
Posted by Coach & IpnoCoach Alfredo Molgora on Venerdì 11 dicembre 2015

giovedì 26 novembre 2015

Il Manuale Pratico per individuare il tuo carattere psicologico e quello degli altri

QUALE DI QUESTE TRE FRASI 

TI COLPISCE DI PIU'?

Come è possibile con una sola risposta sapere il carattere psicologico di una persona?

Ricevi le informazioni gratuite e scopri il carattere
psicologico, ed altro, scaricando il manuale di istruzione: 




LA MACROGUIDA IN OMAGGIO PER TE



LE TRE DOMANDE

A) Essere veloci significa essere capaci
B) A volte pensi che certe persone non abbiano Cuore
C) Una attenta analisi delle cose è foriera di ottimi risultati

E se stai pensando se A, B o, C, sai già quale risposta darti! 

Ricevi le informazioni gratuite e scopri il carattere
psicologico, ed altro, scaricando il manuale di istruzioni: 

LA MACROGUIDA IN OMAGGIO PER TE

Alfredo Molgora
LIFEHEALING - PROFESSIONAL - IPNO COACH
PERSONALTRAINER 

CLICCA PER SAPERNE DI PIU' 







BE SOCIABLE: SHARE ME!

martedì 24 novembre 2015

Chiunque vi garantisce un risultato preciso nel futuro vi prende in giro



#Coaching #Coach #complexity #nomodelapproach #ipnosi #business #businesscreativo #mesmerismusStando al fatto che...
Posted by Coach&HypnoCoach Alfredo Molgora on Venerdì 20 novembre 2015

martedì 17 novembre 2015

venerdì 6 novembre 2015

CONFORT ZONE: i livelli superiori di consapevolezza sono al di fuori di essa!




#FinalmenteVenerdì #confortzone #potenziamento #mutare #miglioramentopersonale #Coach #Coaching #lecosechenonhoche tu...
Posted by Coach&HypnoCoach Alfredo Molgora on Venerdì 6 novembre 2015


giovedì 29 ottobre 2015

I 10 ERRORI CHE UN IPNOTISTA ED UN COACH DEVONO ASSOLUTAMENTE EVITARE

I 10 errori capitali per un professionista Coach e/o Ipnotista


Ho volutamente unito la figura del Coach e dell'Ipnotista poiché uso le due diverse metodologie (#IpnoCoach), con estrema soddisfazione dei miei clienti. Entrambi sono figure professionali e ho notato come, il giusto approccio nel condurre eticamente ed ecologicamente una seduta sia fortemente simile. Queste indicazioni potrebbero risultare valide, con le dovute differenze, per qualsiasi pratica professionale.



La relazione professionale è BiDirezionale
Definirti Coach o Ipnotista professionista? Bene. Ma se lo fai, allora devi comportarti come tale con tutto quello che è giusto, o quantomeno consigliabile fare, evitando ciò che è vietato.

Un professionista, per definizione, è qualcuno che è stato preparato per soddisfare standard specifici. E' qualcuno che ha le conoscenze e le competenze necessarie per erogare il proprio servizio in qualsiasi campo. E per il Coach e l'Ipnotista è lo stesso nel loro settore.

Ma come fai a sapere se quello che stai facendo è in linea con il codice professionale, o stai mettendo in atto, pur in buona fede, procedure sbagliate?

martedì 20 ottobre 2015

Un percorso di Coaching cambia la vita come ai protagonisti in una FIABA?

LE FIABE MEGLIO DI QUALSIASI COACHING: METAFORA DI INIZIAZIONE ALLA VITA, MA PER GLI ADULTI

cosa c'entra il Coach con l'immagine di matrigne cattive, streghe, mamme snaturate che mandano la figlia nel bosco dicendo un: "attenta al lupo", molto comune a tante fiabe?


Chi segue da alcuni articoli questo mio filone del #CoachconleFiabe, avrà già compreso che, non parlo delle fiabe in se per se, ma dei personaggi, dei loro significati e di un percorso di iniziazione che si ritrova in millenni di racconti e che si sviluppa naturalmente. Percorso che il Coach innesca nelle persone con il suo lavoro. Insomma pensate ancora che Biancaneve, Cenerentola & CO. le abbiano inventate Walt Disney?

Ogni articolo riguarda uno, o alcuni di questi passaggi. che saranno licitati alla fine come: "Il

Coach Con le Fiabe
percorso". Trovo che che il Coach, nel suo operare renda possibile, reale ed aiuti le persone a trovare questo via magica. Qualunque buon Coach lo può fare con le tecniche che ha a disposizione, anche se non lo sa. Tanto potente quanto vero ciò, come il narratore delle fiabe che attiva il tutto anche se non se ne rende conto. Il narratore non spiega il racconto della Fiaba (e non saprebbe farlo), lo parla: è la fiaba che compie il suo lavoro in quanto tale, così come il Coach compie il suo lavoro e la sua opera, in quanto tale.
Ma torniamo ai nostri Cappuccetto Rosso, Biancaneve, Cenerentola, ecc

E a questo punto mi permetto di bussare, umile, alla porta del Sommo:

lunedì 12 ottobre 2015

Coaching? Ipnosi? Mesmerismus?

DIFFERENZE TRA COACHING, IPNOSI E MESMERISMUS


Le informazioni in merito a queste discipline, sono spesso confuse. Già il termine Coaching/Coach è molto noto perché di moda, ma poco chiaro per le deformazioni comunicative della pubblicità. Ipnosi e Mesmerismus non parliamone. L'ipnosi è conosciuta da tanti con molte inesattezze, mentre il Mesmerismus non è un termine noto e trattasi di una antica tecnica di ipnosi silenziosa e riequilibrio energetico. Cerchiamo di fare chiarezza.


COACHING
IN GENERALE - Coaching è il processo attraverso il quale si aiutano individui e gruppi di persone a raggiungere il massimo livello delle proprie capacità di performance e risultati. 


Personal&Ipno Coach
Questo processo comporta l'espressione piena delle risorse e della forza delle persone,che vengono aiutate a conoscersi oltre i propri limiti attuali, per dare il meglio di sé.  (Il Coach chi è)
Il Coach usa l'arte Socratica della maieutica espressa con le domande. Non da consigli, ma "guida" il suo cliente consapevolmente al suo obiettivo con un un focus su: obiettivi, risorse, potenzialità, aree di miglioramento, vision e ottimizzazione.
Altre figure e spesso scambiate per il Coach: Insegnante, mentore, promoter, venditore, teamleader, risvegliatore, ecc.


PERMETTITI  DI OTTENERE CIO' CHE DESIDERI 
PROVA ORA, UNA SEDUTA DI COACHING*
CLICCA PER INFORMAZIONI E SAPERE COME FARE!



IPNOSI
E' molto più facile elencare i falsi miti dell'ipnosi per poterla già apprezzare in modo diverso.

martedì 6 ottobre 2015

DALLO STATO ATTUALE A QUELLO DESIDERATO: tanto caro ai Coach e alle Fiabe

LE FIABE: SCRITTE PER ADDORMENTARE I PICCINI E SVEGLIARE GLI ADULTI

Prenditi due minuti ne vale la pena: dallo stato attuale allo stato desiderato, tanto caro ai coach e base di qualsiasi disagio che si vive, è funzionale al cambiamento. E' un viaggio naturale, raccontato da millenni con le fiabe in un percorso ripetuto in ogni fiaba e che affronterò via via nelle sue parti



Biancaneve nella sua "bolla" attende il principe
Innamorato da il ‪#‎RaccontodeiRacconti‬, ho proseguito in questo studio di verità millenarie tramandate verbalmente con le Fiabe.
Anche quelle più conosciute per noi, recentemente ruminate e per essere digeribili nei nostri tempi, sono una costruzione di messaggi incredibilmente potenti, che non vediamo più. Ma nostro figlia/a, al quale le raccontiamo li capisce e percepisce benissimo. Le fiabe sono indicazioni per gli adulti che invece pensano siano storielle da ninna nanna per i piccoli e il coach ti aiuta.

Si è parla molto delle fiabe come maestre di vità. Ma non è che ogni fiaba ne ha uno diverso di maestro. Contengono loro stesse le indicazioni. Hanno una costruzione comune e contaminata tra di esse e senza che gli autori lo sapessero o si parlassero: Cappuccetto Rosso, Aladino, Cenerentola, Pinocchio, Biancaneve il conte di Montecristo. il percorso

mercoledì 16 settembre 2015

COME CAPIRE LA “‪‎FISIOLOGIA‬” E IL TIPO DI ‪COMUNICAZIONE‬ PIU’ ‪ADATTA CON TUTTI‬

FATE ATTENZIONE A QUESTA TRAPPOLA INCREDIBILE  DELLA
 CO
MUNICAZIONE EFFICACE 

INIZIARE UN RAPPORTO DI COMUNICAZIONE CON PRECONCETTI CREA INCOMPRENSIONE E POCA EMPATIA:

FOCUS SULLA "FISIOLOGIA"



RICHIEDI LA TUA MACROGUIDA OMAGGIO PER SAPERLO
INSERISCI LA TUA MIGLIORE EMAIL E CONFERMA LA RICHIESTA

Avere dei preconcetti, delle idee prima di iniziare il processo comunicativo, ingloba il nostro interlocutore in un area di tendenza predefinita (Vd Quantum e potenzialità dell’essere) e noi tendiamo a comportarci secondo quello che pensiamo.


FISIOLOGIA
Provate a ricordare quando avete comunicato con qualcuno con un’idea preconcetta del suo carattere o comportamento: noioso, gioioso, barboso, aperto, solare, ecc.
Sicuramente avrete rilevato delle aspettative da parte vostra di alcuni comportamenti. Queste aspettative sfociano in atteggiamenti  preconfezionati, che hanno inficiato l’efficacia della comunicazione.

lasciare la possibilità di manifestarsi
è sicuramente un eccellente atteggiamento
nella comunicazione

In questa puntata troverete il modo di...

venerdì 11 settembre 2015

Michael Jordan: evoluzione dell'idea di successo e sconfitta in un Campione

BUONGIORNO BUONGIORNOVIETNAM AFORISMI
MICHAEL JORDAN SUCCESSO SCONFITTA


Si racconta che Michael Jordan, in una intervista, disse che dopo la sua prima sconfitta si precipitò al bagno a vomitare in preda con lo stomaco preda di convulsioni.
Stette così male che da quel momento decise che doveva sempre vincere.
Non possiamo in verità sapere quanto ciò sia vero o,  leggenda metropolitana, certo è che un dolore così fisico e così forte, visti i risultati, può essere considerato una buona leva dolore.
Continuando il mio lavoro sugli aforismi ho trovato il seguente, che è il primo di due e che mi pare proprio che identifichi questo momento di Michael Jordan



"Se decido di impegnarmi in qualcosa, penso sempre al successo.
Non posso pensare cosa succederebbe se dovessi fallire"
Michael Jordan

Risulta anche chiaro come questo grande campione avesse naturalmente una immagine della realtà tronca, ovvero, senza quella naturale condizione che è la sconfitta e che comunque arriva sempre una prima volta anche per tutti i campioni.
Questa sua affermazione perentoria viene completata ed allargata con un'altro aforisma, che mi piace pensare sia nato dopo, e che vedo come una evoluzione del pensiero dalla quale ogni persona può trarre beneficio:

"Posso accettare di fallire. tutti falliscono in qualcosa.
Ma non accetto il fatto di non averci provato!"
Michael Jordan

Ecco che il Campione si completa nella sua visione della realtà: il fallimento rientra nelle "possibilità" reali dell'accadimento e, aggiungo, momento di riflessione per partire per altre vittorie.
A questo punto mi pare consequenziale aggiungere quello che è l'aforisma della giornata, al quale arrivo grazie a Michael Jordan.

DOBBIAMO DARCI LA POSSIBILITA' DI FALLIRE
PER POTER VINCERE

E con questo bonus di ben tre aforismi :D sui quali trovare la nostra azione, vi auguro una buona giornata e un buon lavoro

Ad Majora


Alfredo Molgora
LifeHealing&Professional Coach 
HypnoCoach



IF YOU LIKE, BE SOCIABLE: SHARE IT!


martedì 8 settembre 2015

Ti bloccano solo piccole motivazioni....



Buongiorno BuongiornoVietnam Aforsimi

Obiettivi Ostacoli Motivazione PNL


Gli ostacoli sono solo un contesto del nostro viaggio!


venerdì 7 agosto 2015

Un 4°livello comunicativo oltre i 3 del ‪‎Prof. Albert Mehrabian‬

Macroguida Omaggio 3a DI 5 PUNTATE

I LIVELLI DI COMUNICAZIONE

IL MESSAGGIO E LA SUA COMPOSIZIONE



I 3 LIVELLI DI COMUNICAZIONE del ‪‎Prof. Albert Mehrabian‬

--------------------------------------------------------------------------
Clicca QUI e scarica la guida omaggio
fino al 10 Gennaio 2016 ed in continuo aggiornamento.

Nel caso ti sia già iscritto il sistema ti impedisce una doppia iscrizione. Non ti preoccupare, nessun problema: utilizza il link usato l'ultima volta, o, tieni controllata la tua casella di posta ti arriverà il link segreto.
--------------------------------------------------------------------------

Buongiorno a tutti voi lettori!
Dopo aver affrontato la diversità con la quale viviamo la realtà e quindi comunichiamo è necessario focalizzare l’attenzione sui livelli che compongono il messaggio comunicativo.
E’ un altro focus importante per migliorare la nostra comunicazione e, per quanto sia riportato in centinaia di libri, non sempre ne è chiara l’utilità. Ed è un’analisi importante poiché a volte ci soffermiamo solo su un livello.

Ritorna il concetto che:
dobbiamo avere presente la completezza del messaggio che riceviamo perché l’empatia comunicativa, per essere efficace, deve essere sviluppata  ad  ogni livello. 
Come fare?

Andiamo al passo e… buona lettura.

--------------------------------------------------------------------------
Clicca QUI e scarica la guida omaggio
fino al 10 Gennaio 2016 ed in continuo aggiornamento

Nel caso ti sia già iscritto il sistema ti impedisce una doppia iscrizione. Non ti preoccupare, nessun problema: utilizza il link usato l'ultima volta, o, tieni controllata la tua casella di posta ti arriverà il link segreto.
--------------------------------------------------------------------------

I diversi livelli del messaggio sono stati studiati circa vent’anni prima della nascita della PNL, convenzionalmente stabilita nel 1975, e ne hanno  notevolmente influenzato la metodologia: sono stati individuati tre livelli e la relativa percentuale che ne compone il messaggio e se ne può aggiungere un 4°.


Verso la fine degli anni ’60, il Prof. Albert Mehrabian, psicologo statunitense, condusse delle interessanti ricerche sull’importanza dei diversi aspetti della comunicazione nel far recepire un determinato messaggio.


Alfredo Molgora
Professional&LifeHealing Coach 
HypnoCoach



IF YOU LIKE, BE SOCIABLE: SHARE IT!


martedì 30 giugno 2015

10 regole efficaci per la nostra comunicazione

Macroguida Omaggio 2a DI 5 PUNTATE

10  regole efficaci per la nostra comunicazione

... Quindi, anzitutto:  provare, provare, provare e ancora provare. Sbagliando? Sì certamente, perchè saranno i nostri errori che ci indicheranno la strada giusta da percorrere.


Grazie a tutti lettori:  è un piacere ritrovarvi alla seconda puntata di questa Macro Guida e vi auguro una buona e proficua lettura.

In questa puntata voglio fornire elementi pratici e di facile applicazione per migliorare la comunicazione sia scritta che verbale. Molti mi hanno chiesto qual è la qualità migliore per comunicare e  quale bisogna sviluppare di più: ebbene, dopo la pazienza (infinita), la perseveranza nell’applicare quello che si apprende.

UNA NUOVA VITA E' UNA SCELTA
Pensate un attimo se quello che sapete fare  deriva più da una conoscenza teorica o da un’ applicazione pratica.
Soffermatevi su quante nozioni solo teoriche avete e dalle quali traete ben poco… Tralascio, per motivi di spazio, l’eterna diatriba tra meglio teorico o pratico. Se la teoria è un ottimo supporto ai risultati,  da sola resta un esercizio di… immobilità.
La pratica può farci diventare capaci e concreti nel tempo:

la pratica è la  madre dei risultati.

Un esempio è quello dei tanti laureati: una volta entrati nel mondo del lavoro,  per essere concretamente operativi devono iniziare a quel punto un buon tirocinio di “pratica”..... OMAGGIO MACROGUIDA


Per la tua MACROGUIDA OMAGGIO IN 5 PUNTATE e ricevere gli aggiornamenti e le email di info. clicca direttamente qua, su OMAGGIO O, SE PREFERISCI NEI FORMAT DI RICHIESTA CHE TROVI A FIANCO. Ti auguro una buona lettura e che questo percorso possa piacerti via via sempre più, ogni parola che scorrerai sotto i tuoi occhi e nei tuoi pensieri per farla tua.


Alfredo Molgora
Professional&LifeHealing Coach 
HypnoCounselor



IF YOU LIKE, BE SOCIABLE: SHARE IT!


mercoledì 24 giugno 2015

COACH E CONDIVISIONE: APPARTENENZA, ASSOCIAZIONI, QUALE DIREZIONE?

CONDIVISIONE E NOI COACH:

IDEOLOGIA DELL’EVOLUZIONE O STATUS QUO?

E questa può essere una nuova frontiera dell’essere coach: non solo guida, ma eroe. Eroe insieme al suo coachee alla scoperta delle potenzialità, in un mondo sconosciuto, e che va oltre a ciò che due minuti prima neanche si immaginava, la scoperta di un nuovo mondo. E da questo mondo entrambi ne usciranno rafforzati e consapevoli, compagni di uno stesso viaggio, grazie al loro percorso “condiviso”


Alcuni giorni fa nella casella di posta, silenziosa come tutte le altre, ho ricevuto una mail dalla carissima Natascia Panedirettrice di CoachMag, con quale mi chiedeva di scrivere un articolo.

Non sempre l’importanza è rumorosa.
INTERCONNESIONI DEL CONDIVIDERE
Non solo, la richiesta partiva da una sola parola: CONDIVIDERE,  legata AL MONDO DEI COACH.

Bhe sicuramente non facile, quantomeno delicata. Ho accettato di buon cuore e con molto piacere ed entusiasmo. So benissimo quanto Natascia conosca il mio spirito disubbidiente e creativo e fosse quindi conscia che avrebbe letto ciò che, forse, neppure io mi sarei aspettato di scrivere.

Ma d’altra parte non siamo proprio noi coach allenatori dei nostri coachee nell’essere creativamente disubbidienti alle “regole” che li legano alla realtà che non desiderano più? Ed ad essere, poi, meravigliati di loro stessi?

La prima cosa che ho pensato è che, sicuramente


domenica 14 giugno 2015

OLTRE LA COACHING: dormire sano e sereno prepara una vita eccezionale!

Consiglio vivamente a tutti i miei coachee che hanno difficoltà nel sonno di acquistare SILENT NIGHT della Lifewave. Nulla entra nel tuo corpo e viene sviluppata naturalmente la produzione ortomolecolare di melatonina per un sonno rigenerante.


i risultati sono sorprendenti. Mediamente dopo una settimana la qualità del sonno è notevolmente aumentata con effetti a pioggia su tutte le attività giornaliere.Comprese quelle di COACHING! :D

in questo video viene riportato l'orologio degli organi. E' sicuramente una teoria della medicina cinese affascinante e, credetemi funziona. Tuttavia non tutti noi possiamo avere queste competenze, ma alcuni, forse molti, hanno problemi di insonnia o sonno agitato.
Come fare allora?
Semplice: SILENTNIGHT della LIFEWAVE agisce su tali punti e basta seguire le brochure per stimolare naturalmente la propria produzione di melatonina senza ricorrere a integratori che non ottengono quasi mai il risultato desiderato

BUONA VISIONE



WWW.LIFEWAVE.COM/ADESIONE  replicate site
WWW.LIFEWAVE4Y.BLOGSPOT.COM

Alfredo Molgora
LifeHealing Coach & CounselorHypnotist


lunedì 25 maggio 2015

COMUNICARE E COMUNICARSI: Macroguida in 5 puntate

COMUNICARE E COMUNICARSI

MACROGUIDA IN 5 PUNTATE

un percorso non di sole parole 

Fin da tempi remotissimi l’uomo ha sempre avuto la necessità di “comunicare”. Ogni forma di vita lo fa,  in modo più o meno apparente e noi umani pensiamo di comunicare meglio di tutte. Ma è vero?


Ho riflettuto di come non ho ancora condiviso gratuitamente per ogni uno che mi legge qualcosa di completamente gratuito, e mi son detto: strano!
In effetti ho verificato come lo scambio porta a miglioramenti e reciproche utilità, che non necessariamente provengono sempre dalle stesse persone. E questo per me è bello perchè amplia le possibilità di tutti.
Da oggi se gradiscI seguire info, eventi, segnalazioni di tutto ciò che riguarda la comunicazione, l'ipnosi, il miglioramento personale e professionale, basta cliccare qui a fianco e ricevere il tuo omaggio stando in contatto con info che potranno anche interessarti e stupirti. 
Oppure clicca direttamente qua, su OMAGGIO


COMUNICARE OTTENENDO RISULTATI


Contatti da Facebook, Linkedin, twitter, diretti e anche tra voi incontrati o conosciuti personalmente potete trovare molti spunti raggruppati e soprattutto aggiornati nel tempo in questa guida per:
  • VEDERE LA COMUNICAZIONE DA UN'ALTRO PUNTO DI VISTA
  • ACQUISIRE (SE PRATICATE) STRUMENTI UTILI
  • AVERE UN BOOK CHE PUO' RITORNARVI UTILE, QUANDO NON LO SAPETE ANCORA
  • SEGUIRE GLI AGGIORNAMENTI DELLE PUNTATE
  • ARRIVARE A CONOSCERE FINI MECCANISMI DI COMUNICAZIONE
  • RICONOSCERE LE COMUNICAZIONI MANIPOLATORIE
  • ESSERE EMPATICI ED EFFICIENTI NEL COMUNICARE
  • ESSERE CAPACI DI COMUNICARE QUELLO CHE DESIDERATE
e altro ancora, comprendendo che, ogni momento che viviamo E' COMUNICAZIONE:
E quando siamo soli? Semplice: in questo momento ti starai


sabato 2 maggio 2015

Dal Compromesso alla Moderna Mediazione: 6 attitudini necessarie

Dal compromesso alla mediazione moderna


Quando mi è stato chiesto di scrivere un articolo rivolto a chi cerca lavoro ho pensato  a qualcosa di diverso da ciò che si trova mediamente su ogni sito professionale che indica come fare il CV, come veicolarlo, come presentarsi ecc.,  informazioni di estrema utilità ma già note. 


Ho quindi pensato di considerare quali atteggiamenti personali sono più utili nella vita di tutti i giorni tanto da modificarla e, perché no, aiutarci ad ottenere vantaggi nella nostra vita, un lavoro nel momento del nostro colloquio. o qualsiasi altro, in svariati contesti relazionali


Nel mio lavoro incontro spesso persone che mi chiedono cose tipo: “aiutami a trovare un compromesso” o dicono,
“Ho trovato un lavoro che è un compromesso soddisfacente”
Oppure: “Con la mia proposta, ho ottenuto almeno il 40% di quanto mi spettava!”.

COMPROMESSO
E’ vero o no che se otteniamo dei compromessi che riteniamo anche soddisfacenti, non siamo totalmente contenti?
E fate ben attenzione al fatto che in qualsiasi momento della giornata ci troviamo a essere compromissori: gli spazi quando si cammina per strada,  un tavolo quando si va al ristorante, quando si chiede e quando si fa qualcosa.  
Al lavoro poi questo  accade costantemente e l’incontro tra i diversi livelli di gerenza fa sì che si crei una pressione dall’alto verso il basso dove, con il compromesso, si esce tutti perdenti.  

Ma come, direte voi, non era possibile diversamente!
Ne siamo proprio sicuri? ??

Le interpretazioni sono personali, chiedo aiuto al dizionario dei sinonimi per avere

 

lunedì 13 aprile 2015

E se Martha Medeiros fosse stata una Coach, come avrebbe forse scritto la stupenda "Lentamente Muore"?

Liberamente e follemente tratta da "lentamente muore" di Martha Medeiros: "Improvvisamente Rinasce!"

UNA RIELABORAZIONE DELLA FAMOSA POESIA "LENTAMENTE MUORE" SCRITTA COME SE MARTHA MEDEIROS FOSSE STATA UNA COACH.

INIZIATA PER SCHERZO E REALIZZATA CON UN CARO AMICO E CHE MOLTI HANNO TROVATO SIGNIFICATIVA ED EMOZIONANTE E CON LA QUALE VI AUGURO UNA RADIOSA GIORNATA...



Ciao mio caro amico... ti ricordo oggi per alcuni segnali che mi sono giunti e, con tutto quello che abbiamo fatto assieme, i bei momenti passati. Ritorno, con nostalgia, a quel gioco poetico che ci piacque molto e che innamorò molte persone.
Voglio che il ricordo sentito e spontaneo, sia anonimo. Troppa la tua notorietà per non farne un motivo di "like" o "condividi". Ma quella non era la nostra amicizia cara e sempre viva nei miei ricordi: era qualcosa che aveva del sacro nel tuo rispettoso silenzio di quella che sapevi già fosse la tua strada.

E divulgando la nostra "IMPROVVISAMENTE RINASCE" voglio salutarti ovunque tu sia. LIBERO!

Improvvisamente rinasce chi trova la gioia di Vivere;
chi si libera dalla schiavitù dell'abitudine,
chi cambia marcia,
chi cambia strada,
chi cambia la marca,
chi scopre che sa rischiare,
chi cambia colore alla Vita
e chi accetta di parlare con chi non conosce.

Improvvisamente Rinasce
chi insegue una passione,
chi preferisce l'arancione sul bianco e non mette i puntini sulle "i", ma,



venerdì 3 aprile 2015

Stati di coscienza in modo non ipnotico IPNOMENTALISMO

IPNOMENTALISMO

Lavorando in presenza, usando magnetismo e fascinazione, si può trovare una forma di IPNOSI SOTTILE, suggestiva. Possiamo ottenere di ingenerare lo stato ipnomentalista, senza avvalerci dell'ipnosi: il soggetto sente l'operatore, si fa...medium.


Per ottenerla, si procede con il soggetto con il rapport e la cornice di accordo (il cliente è d'accordo a fare quelli che presenteremo come “esperimenti”). E' inoltre necessario procedere in “presenza”, cioè mantenersi centrati e usare la visione allargata.

Non bisogna sforzare il soggetto; se non risponde, cambiare... distrarlo parlando e osservare la sua CNV. Esortarlo a rimanere sempre focalizzato sulla sensazione che prova e rimanere rilassato. 

Anche per chi ha reagito poco a oscillazioni e test iniziali (vd Mesmerismus) e controlla molto con la sua volontarietà, le sue reazioni cenestesiche funzionano lo stesso; dentro di sé sente di essere bloccato per esempio con il braccio, anche se visibilmente lo piega.
Fare magnetismo mette il soggetto nello stato di entrare nel mondo delle sensazioni e delle percezioni somatiche dei muscoli volontari. Questo fornisce un risvolto positivo IN QUALSIASI PRATICA DI SUPPORTO. E' molto forte il legame IDEOMOTORIO, tra sensazione associata a un movimento. 

Dicendogli, ti senti oscillare, senti il braccio bloccato, rigido ecc...uniamo un elemento con l'altro, il sentire e la rigidezza. Mettere il blocco è possibile perchè la sua mente sa cosa significa la sensazione

giovedì 19 febbraio 2015

LE 6 DIFFERENZE TRA: "COACHING" "COUNSELING" E "PSICOTERAPIA"

In molti mi hanno chiesto nelle sedute: cosa fa un coach?

Quali differenze ci sono tra:

coach, counselor e psicoterapeuta?

COSA SI FA IN UNA COACHING? 

6 SUGGERIMENTI PER CAPIRE COSA FA UN "COACH"


Negli anni passati via via ho trovato delle definizioni, per differenziare queste professioni,che mi sono parse sempre più adeguate, nel pieno rispetto delle diverse professionalità e tutte utili. Ancora oggi rilevo una variegata e diffusa confusione o non informazione, che mi ha indotto a scrivere questo articolo


Ultimamente, grazie ad un collega, ho fatta mia una metafora (Alessando LoRusso), molto utile per spiegare in modo semplice e fruibile questo concetto.

La metafora si rifà al mondo dello sport e degli atleti. In questo caso possiamo immaginare che un atleta abbia un trauma anche grave che lo costringa a fermare la sua attività sportiva.

Si rivolgerà quindi in primis a chi è in grado di "riaggiustare" l'arto o la parte gravemente lesa. Ora che sia una operazione ortopedica, ingessatura o altro, poco ci importa. Per il fine dell'articolo cerchiamo di far nostro il significato.
Abbiamo una professionista che "aggiusta" l'atleta. In questo caso possiamo parlare di intervento dello PSICOTERAPEUTA riferendoci alla mente.
Quanto l'atleta è a posto dal punto di vista strettamente clinico, potrà riprendere la sua attività?
Certamente si, anche se non immediatamente. Si dovrà affidare alle cure di un fisiatra e a supporti